Prestiti delega 10.000 euro

197

Con i prestiti delega 10.000 euro si possono ottenere facilmente rivolgendosi presso gli istituti di credito e le società finanziarie presenti nella propria città. Consegnando la documentazione di reddito e personale prevista, ovvero ultime due buste paga, codice fiscale e copia del documento di identità, si avvia la fase istruttoria per la valutazione della domanda, che dura solitamente una decina di giorni. Il prestito delega ha molte similitudini con la cessione del quinto, solo che la trattenuta sulla busta paga non raggiunge massimo il 20 per cento, ma il 40, ovvero due quinti dello stipendio netto.

Prestiti delega 10.000 euro, a chi convengono?

Per un lavoratore dipendente è piuttosto semplice dunque richiedere con un prestito delega 10.000 euro. Ma a chi conviene davvero richiedere tale tipologia di finanziamento? La delega di pagamento consente di ottenere una cifra importante, con piani di rimborso estendibili fino a 10 anni, ovvero 120 rate mensili. Questo vuol dire dover rinunciare anche per molto tempo a circa metà del proprio stipendio, e questo è senz’altro un aspetto da considerare prima di richiedere un prestito con delega.

In genere la delega di pagamento viene richiesta da soggetti che hanno già in essere una cessione del quinto, con un un grosso debito residuo da saldare: in generale chi ha bisogno di una cifra ingente per realizzare i propri progetti o risolvere i problemi finanziari sa che con un prestito delega 10.000 euro possono essere a disposizione in pochi giorni, avendo la comodità della doppia cessione del quinto come modalità di rimborso.

Prestito delega per protestati e cattivi pagatori

Proprio come la cessione del quinto, anche con la delega di pagamento è possibile ottenere credito pur essendo iscritti nei registri del circuito bancario come protestati o cattivi pagatori. Con i prestiti delega 10.000 euro si possono ottenere anche in presenza di disguidi finanziari precedenti, potendo contare sulla certezza della busta paga e di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Questi fattori consentono di erogare la delega di pagamento anche a coloro che hanno avuto segnalazioni negative, e che normalmente vedrebbero impedito loro l’accesso al credito: i documenti da consegnare sono gli stessi che per un lavoratore dipendente senza segnalazioni, e come prevede la normativa vigente è sempre necessario ottenere il consenso formale dell’azienda, senza il quale non è possibile effettuare la doppia trattenuta in busta paga. Con i prestiti delega protestati e cattivi pagatori possono pertanto avere buone chance di ottenere un capitale da investire, che viene rimborsato dal datore di lavoro mediante la doppia trattenuta sullo stipendio.