Prestiti delega Banca Popolare di Sondrio

386

Andando presso una delle filiali dell’istituto di credito è possibile richiedere i prestiti delega della Banca Popolare di Sondrio, consegnando i documenti personali e di reddito necessari. Come la cessione del quinto, la delega di pagamento è una soluzione di finanziamento per i lavoratori dipendenti pubblici e privati, che possono rimborsare il capitale e i relativi interessi attraverso delle trattenute in busta paga. L’importo massimo passa dal 20 per cento della retribuzione totale nella cessione del quinto al 40 per cento nel prestito con delega, che è infatti noto anche con il nome di cessione del doppio quinto. I prestiti delega della Banca Popolare di Sondrio sono riservati ai lavoratori che hanno già in corso la cessione del quinto.

Le differenze con la cessione del quinto

Ricapitolando, la rata di rimborso della delegazione di pagamento, che non può eccedere il limite del quinto dello stipendio netto mensile, consente al dipendente la possibilità di arrivare, affiancando il contratto di cessione del quinto, ad impegnare una quota ulteriore del proprio reddito da lavoro, arrivando a un importo complessivo massima pari al 40 per cento dello stipendio netto, ovvero due quinti.

A differenza della cessione del quinto, la delegazione di pagamento non è un diritto del lavoratore, e la sua attivazione è subordinata all’accettazione da parte del datore di lavoro, che deve fornire il proprio consenso formale. Inoltre esiste un’altra differenza fondamentale tra cessione del quinto e delega di pagamento: in questo secondo caso i pensionati non possono accedere al finanziamento, perché la normativa vigente consente soltanto una trattenuta sull’assegno previdenziale.

I documenti da presentare

Per ottenere i prestiti delega della Banca Popolare di Sondrio il lavoratore deve presentare in filiale i seguenti documenti:

  • Copia del documento di identità
  • Codice fiscale o tessera sanitaria
  • Ultime due buste paga

In questo modo è possibile avviare la fase istruttoria, per cui bisogna attendere qualche giorno per il suo completamento. Una volta concluso l’iter, è possibile sottoscrivere il contratto di finanziamento, che in obbligo alla legge sulla trasparenza deve evidenziare tutte le voci di spesa correlate al prestito delega, i tassi di interesse TAN e TAEG, e il costo dell’assicurazione obbligatoria.

La polizza assicurativa tutela il credito nel caso si verifichino eventi in grado di pregiudicare la capacità di rimborso del lavoratore: in caso di malattia grave, decesso anticipato oppure perdita del lavoro per cause indipendenti, l’assicurazione interviene garantendo la prosecuzione dei pagamenti dovuti all’istituto di credito.