Prestiti delega Potenza

302

La scelta di richiedere prestiti delega a Potenza può rivelarsi vincente per i lavoratori dipendenti che hanno bisogno di una somma di denaro importante, da rimborsare mediante doppio quinto sullo stipendio. Rispetto alla cessione del quinto, la cosiddetta delega di pagamento ha bisogno dell’autorizzazione formale del datore di lavoro, ma consente di avere a disposizione una somma più elevata. Per ottenere prestiti delega a Potenza bisogna consegnare alla banca o finanziaria a cui ci si rivolge i seguenti documenti: copia del documento di identità, codice fiscale e ultime due buste paga, ed entro 10 giorni circa si può avere già un responso per l’erogazione del credito.

Prestiti delega Potenza, dove andare?

I prestiti delega a Potenza si possono richiedere presso le società finanziarie presenti in città: a Via del Gallitello 113 c’è ad esempio Fiditalia, che tramite i suoi consulenti è in grado di proporre finanziamenti come la delega di pagamento a tassi molto convenienti. Nella medesima via, al numero 84, si può optare anche per Agos, un’altra delle società finanziarie leader del settore del credito, specializzata soprattutto nei prestiti on line.

Se ci si trova in tutt’altra zona della città ci si può recare invece presso la filiale di Pitagora in Viale del Basento 114, nei pressi delle Poste centrali, o ancora andare su Corso Garibaldi al civico 46, dove è ubicata una filiale di Prestitalia, specializzata proprio in cessione del quinto e delega di pagamento.

Lavoratori privati: come ottenere un prestito con delega?

Se i lavoratori dipendenti del settore statale e pubblico non hanno particolari difficoltà circa l’ottenimento della delega di pagamento, qualche requisito maggiore è necessario per i dipendenti del settore privato in presenza di contratto a tempo indeterminato: cosa devono fare questi ultimi per ottenere prestiti delega a Potenza come in qualsiasi altra città del territorio italiano?

Innanzitutto l’azienda privata dove lavora il soggetto richiedente non può essere una qualsiasi, infatti solo alcune ragioni sociali, quali spa o srl, vengono considerate idonee dagli enti creditizi per l’erogazione del prestito con delega. I lavoratori stessi devono poi avere determinati criteri affinché la loro domanda di finanziamento possa essere accolta, ovvero:

  • Anzianità di servizio
  • TFR maturato
  • Pensione integrativa

Maggiore sarà l’anzianità di servizio, più è facile che venga erogata una grossa somma di denaro attraverso il doppio quinto o prestito con delega che dir si voglia, poiché il TFR maturato in azienda fornirà una garanzia sufficiente per l’istituto. Avere una forma di pensione integrativa può ulteriormente aiutare alla concessione della delega di pagamento per un lavoratore del settore privato.