Prestiti delega Monza e della Brianza

199

Prestiti delega Monza e della Brianza: dove richiederli? In questa porzione della regione lombarda non mancano fortunatamente gli istituti di crediti e le società finanziarie dove inoltrare la domanda per il doppio quinto dello stipendio. In questo che è il cuore di uno dei territori più ricchi del Paese il flusso dei finanziamenti è assai elevato, pertanto le occasioni per i lavoratori dipendenti che vogliono ottenere una somma di denaro importante per realizzare i propri progetti non mancano di certo. Vediamo allora dove recarsi per ottenere prestiti delega a Monza e in Brianza, tutti gli indirizzi e i riferimenti utili sulle finanziarie della zona.

I prestiti con delega a Monza

Tra le società finanziarie maggiormente presenti sul territorio dove richiedere prestiti delega a Monza c’è Agos, che ha ben due filiali in città, una a Via Umberto Biancamano 1 e un’altra in Via Azzone Visconti 37. La delega di pagamento può essere richiesta anche presso l’agenzia di Pitagora in Via San Gottardo 2, a pochi passi dal centro cittadino, e altri esempi di finanziarie presenti in città sono Fiditalia in Viale Libertà 19 e Fin Solution in Via Italia 28.

Tanti davvero gli istituti di credito presenti in città, a testimoniare la ricchezza economica della provincia: ci limitiamo a segnalare per chi volesse richiedere prestiti delega a Monza la filiale BCC Carate Brianza in Via S. Rocco 28/B, e quella di Deutsche Bank in Via Vittorio Emanuele II 35.

I documenti da presentare

Per ottenere i prestiti delega di Monza e della Brianza i lavoratori dipendenti devono presentare i seguenti documenti quando si recano in filiale:

  • Copia del documento di identità
  • Tessera sanitaria o codice fiscale
  • Ultime due buste paga
  • Autorizzazione del datore di lavoro

Quest’ultimo certificato può essere fornito dal richiedente stesso oppure può essere richiesto dalla banca o finanziaria per mandato del cliente, a seconda della procedura prevista dal singolo istituto. Affinché il prestito delega possa essere erogato, questo documento è fondamentale, considerando che il datore di lavoro può anche rifiutarsi di concedere il nulla osta alla doppia trattenuta sulla busta paga.

Un lavoratore dipendente del settore privato per vedersi erogato il prestito con delega deve avere un buon livello di anzianità di servizio, che influisce sul TFR maturato in azienda, ma in alternativa può fungere da garanzia sul credito anche un trattamento pensionistico integrativo. A parte questi elementi determinanti, non vi sono particolari remore nella concessione del prestito con delega, che può essere erogato anche a coloro che hanno avuto disguidi finanziari, finendo iscritti nel registro dei protestati o dei cattivi pagatori.