Prestiti delega Genova

202

prestiti delega a Genova sono una soluzione di finanziamento utile per i lavoratori dipendenti che vivono qui, tra i carruggi del capoluogo ligure. Infatti consegnando la documentazione personale e di reddito necessaria per avviare la pratica, un lavoratore sia del settore pubblico, che di quello privato, è in grado di ottenere una somma di denaro da poter comodamente restituire tramite delle detrazioni sulla busta paga, per un massimo del 40 per cento del totale. Inoltre alcune categorie di lavoratori, in particolare del settore statale, possono ottenere particolari agevolazioni sulle condizioni finanziarie applicate. Ecco tutte le informazioni utili sui prestiti delega a Genova e le società finanziarie presenti in città.

Prestiti delega Genova, a chi rivolgersi

Ci sono diverse finanziarie dove recarsi per ottenere prestiti delega a Genova. Le migliori valutazioni si segnalano per CQS Prestiti sita in Via Ponza 6, specializzata in finanziamenti per dipendenti statali, pubblici e ministeriali. Anche Pitagora ha una sua sede nella centralissima Via XX Settembre 16, vicino al ponte monumentale, e a pochi passi di distanza, al numero 21, vi è anche Centroprestiti, con finanziamenti ad hoc per lavoratori pubblici e privati.

Rivolgendosi a società finanziarie di maggiore diffusione in ambito nazionale, abbiamo la sede Compass in Via Sestri 2, e quella di Agos Ducato in Corso Marconi 34. Tuttavia il massimo rating da parte degli utenti on line viene riservato su TuttoQuinto, una società finanziaria specializzata sui finanziamenti con cessione sia per i dipendenti pubblici e statali che per quelli di aziende private srl, spa e coop. La sede è ubicata in Via Eugenio Ruspoli 5/3.

Come ottenere il finanziamento

Quelle sopra indicate sono solo alcune delle principali finanziarie a cui rivolgersi per richiedere prestiti delega a Genova. Recandosi nella filiale dell’istituto prescelto, è necessario consegnare i documenti previsti per l’avvio della fase istruttoria, e che comprende:

  • Copia del documento di identità
  • Tessera sanitaria o codice fiscale
  • Ultime due buste paga
  • Autorizzazione formale del datore di lavoro alla doppia cessione

Se i primi tre sono i documenti standard richiesti per qualsivoglia finanziamento, il prestito con delega necessita di un consenso formale del datore di lavoro per procedere alla cessione del doppio quinto in busta paga. Questo documento può essere richiesto dalla banca o finanziaria stessa, su input del lavoratore richiedente, oppure deve essere portato direttamente dal lavoratore in sede, a seconda di cosa prevede la procedura del singolo istituto. Entro una decina di giorni al massimo si arriva alla sottoscrizione del contratto e alla conseguente erogazione del capitale richiesto.