Prestiti delega 60.000 euro

188

Richiedendo prestiti delega 60.000 euro sono una cifra assolutamente plausibile da ottenere, poiché questa soluzione di finanziamento per lavoratori dipendenti è pensata appositamente per avere a disposizione grandi cifre in denaro. In genere la delega di pagamento viene richiesta da chi ha già contratto una cessione del quinto normale, ed ha un debito residuo molto elevato ancora da rimborsare, oppure da chi ha bisogno urgente di una grossa somma di denaro. In entrambi i casi, quelli maggiormente “di scuola” certificati dagli osservatori economico-finanziari sul tema, la modalità di rimborso è sempre la stessa, ovvero una cessione del doppio quinto sulla retribuzione netta.

Quale differenza tra delega di pagamento e cessione del quinto?

Molti sono i tratti di similitudine tra il prestito delega e la cessione del quinto, ma vigono alcune sostanziali differenze. Una prima di esse riguarda la platea degli interessati al finanziamento: a differenza della cessione del quinto classica, i pensionati non possono accedere alla delega di pagamento, per preservare la soglia minima di sopravvivenza dell’assegno previdenziale. Tale necessità emerge per la natura più esosa della trattenuta in busta paga: se nella cessione del quinto parliamo del 20 per cento dello stipendio totale che viene detratto, con il prestito delega arriviamo fino al 40 per cento.

Poi c’è un aspetto più formale che riguarda tale modalità di rimborso, ma che produce una differenza sostanziale: nella cessione del quinto basta la comunicazione della banca o della finanziaria, il datore di lavoro non può opporsi ma solo prendere atto dell’avvenuta cessione sullo stipendio della quota di ammortamento. Al contrario, con il prestito con delega è necessario ottenere il consenso formale dell’azienda, e solo dopo questo certificato scritto è possibile per la società finanziaria o per l’istituto di credito erogare attraverso il prestito delega 60.000 euro o qualsivoglia altra cifra concordata tra le parti.

È possibile la delega di pagamento a protestati e cattivi pagatori

Per il resto le caratteristiche peculiari di cessione del quinto e prestito con delega sono identiche. I piani di ammortamento vanno in entrambi i casi da 24 a 120 mesi, è possibile a seconda della finanziaria che li eroga ottenere un anticipo sul capitale, così come vedersi erogato il prestito anche con altri finanziamenti in corso. Ma soprattutto il finanziamento è valutabile anche se si è iscritti nel registro dei protestati o quello dei cattivi pagatori: la busta paga è una garanzia sufficiente affinché si possa ottenere un prestito di questo tipo, che viene rimborsato infatti mediante trattenute dirette sulla retribuzione.