Prestiti delega Agos

44

Esistono molti vantaggi per i lavoratori dipendenti che richiedono i prestiti delega Agos. Agos è una delle società leader del mercato del credito italiano, ed una delle più all’avanguardia sul fronte dell’innovazione digitale: questo vuol dire innanzitutto che i prestiti delega Agos si possono richiedere sia in agenzia che on line, e in questo secondo caso i tassi di interesse sono assai allettanti, perché più bassi della media. In alternativa ci si può sempre ricorrere in una filiale di Agos, che è presente in tutte le regioni e le principali città della penisola, consegnando i documenti personali e di reddito necessari.

I vantaggi per i dipendenti pubblici

Dicevamo che i prestiti delega Agos presentano una serie di vantaggi. Oltre ad essere di per sé già molto convenienti in quanto finanziamenti on line, questi prestiti per i dipendenti pubblici presentano una serie di ulteriori agevolazioni: a beneficiarne in particolare sono i dipendenti del MEF, il ministero Economia e Finanze, e i lavoratori della pubblica amministrazione iscritti alla piattaforma NoiPa.

Anche i dipendenti privati possono richiedere i prestiti delega Agos, e sebbene non possano contare sulle medesime agevolazioni possono comunque contare su una cessione di due quinti dello stipendio a tassi di interesse competitivi. Tra i requisiti richiesti ai dipendenti privati vi sono:

  • Tipologia di azienda (Coop, Spa, Srl)
  • Contratto di lavoro a tempo indeterminato
  • TFR accantonato in azienda (legato all’anzianità di servizio) oppure trattamento pensionistico integrativo

Quali documenti presentare?

I lavoratori dipendenti pubblici e privati che vogliono richiedere i prestiti delega Agos devono consegnare questi documenti, in filiale oppure in Rete:

  • Copia del documento di identità
  • Codice fiscale o tessera sanitaria
  • Ultime due buste paga

In aggiunta l’azienda deve fornire il certificato di stipendio e il consenso formale per la cessione del doppio quinto. Infatti la delega di pagamento è un atto discrezionale, e non dovuto come la cessione del quinto, per cui il datore di lavoro può anche non concedere il nulla osta. Una volta conclusa in pochi giorni la fase istruttoria è possibile sottoscrivere il contratto di finanziamento: viene erogato il capitale che verrà rimborsato comodamente tramite trattenuta in busta paga dal datore di lavoro, che provvede a versarla ad Agos quale intermediario finanziario.

Ricordiamo che i prestiti delega Agos sono possibili anche per chi ha già ottenuto una cessione del quinto. Nel caso di coesistenza di cessione del quinto e delegazione di pagamento, le due rate complessivamente non possono superare i due quinti dello stipendio.