Prestiti delega Sondrio

193

Sei un lavoratore dipendente con un buon TFR maturato? Allora puoi richiedere prestiti delega a Sondrio ottenendo una somma di denaro anche ingente, da rimborsare mediante un doppio quinto dello stipendio. Questo vuol dire che entro massimo 120 mesi a fine ammortamento il capitale e i relativi interessi vengono restituiti attraverso una doppia trattenuta sulla retribuzione netta, che può arrivare massimo al 40 per cento del totale percepito. Non sarà la città più grande d’Italia, ma certo non mancano le società finanziarie e gli istituti di credito dove poter richiedere prestiti delega a Sondrio: vediamo allora a chi rivolgersi per inoltrare la domanda di finanziamento.

Dove richiedere prestiti delega a Sondrio

Partiamo con un’agenzia Agos Ducato in Viale Milano 32, una finanziaria ideale anche per chi vuole optare per un prestito delega on line, senza avere la necessità di spostarsi e recarsi in filiale. Il rating più elevato tra gli enti dove ottenere prestiti delega a Sondrio è la Banca Popolare di Sondrio, che ovviamente ha una rete di agenzie dislocata sul territorio piuttosto capillare, per cui evitiamo di citare gli indirizzi, e rappresenta una banca dotata di un ampio ventaglio di soluzioni di prestito, in cui non manca la delega di pagamento per i dipendenti pubblici e privati.

A Sondrio, in Largo Singelfingen 5, c’è anche una filiale di Pitagora, dove poter richiedere facilmente la delega di pagamento, mentre in Via Enrico Toti 49 ha sede la Findomestic, altra società che è all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, potendo richiedere prestiti on line con firma digitale senza muoversi da casa. Queste sono alcuni dei principali enti finanziatori presenti in città a cui poter richiedere la delega di pagamento.

Cosa serve per la delega di pagamento

Per inoltrare domanda di prestito delega a Sondrio è necessario procurarsi la seguente documentazione:

  • Copia del documento di identità
  • Tessera sanitaria o codice fiscale
  • Ultime 2 buste paga
  • Autorizzazione del datore di lavoro al doppio quinto

L’ultimo certificato solitamente viene trattato direttamente tra l’istituto e il datore di lavoro stesso, in caso contrario è necessario ottenere tale firma che autorizza la delega di pagamento. I requisiti richiesti per accedere al finanziamento sono leggermente diversi per i lavoratori pubblici e statali da un lato, e i privati: questi ultimi infatti devono avere una buona anzianità di servizio e conseguentemente il TFR maturato in azienda. La stessa azienda inoltre deve avere come ragione sociale Spa, Srl o Coop per consentire ai propri dipendenti di poter ottenere questa tipologia di finanziamento.